Tavolo Sila

Progetto pensato per il 1° Design Award “Accendi la tua idea”, promosso da Riva 1920.

Tavolo Sila Riva Antonello Checco

Con questo nome ho voluto omaggiare la mia terra, la Calabria e in particolare la Sila (nel calabrese locale Sièla, dal greco Hyle che significa selva ovvero bosco), un altopiano dell’Italia meridionale, situato nella zona centro-settentrionale della regione Calabria, che si estende per 150.000 ettari (il più grande d’Europa) attraverso le province di Cosenza, Crotone e Catanzaro.
La specie maggiormente impiegata nei rimboschimenti in Calabria è il pino calabro (variètà di Pinus nigra) e in minor misura pino domestico, pino marittimo, pino d’Aleppo, abete bianco, pino loricato, douglasia, pino radiata e cipressi.
Per la mia proposta ho voluto usare il pino sia per il colore dell’essenza che per l’abbondanza della varietà, con degli inserti in metallo grezzo che vanno a caratterizzare il top e la parte centrale della base del tavolo.
Sila misura 2500x1020x740 mm, con un volume di 0,13 m3, quindi molto leggero in quanto il peso specifico del pino varia dai 0,9-0,4 t/m3, ma è anche solido e stabile con la base che poggia a terra di 1900×315 mm.
La leggerezza è data dalle forme rastremate dei pezzi che lo compongono.

Tavolo Sila Riva 5 Antonello Checco

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...