L’Etna visto dalla vetta del Monte Caramolo, massiccio del Pollino da una distanza di 246 km

L'Etna visto dalla vetta del Monte Caramolo, massiccio del Pollino da una distanza di 246 km
L’Etna visto dalla vetta del Monte Caramolo, massiccio del Pollino da una distanza di 246 km
Annunci

Tramonto calabrese

Venerdì 29 Agosto 2015, mi trovo in spiaggia nel comune di Gizzeria, davanti a me i laghi salati La Vota, un sito di importanza comunitaria (SIC-101), nella provincia di Catanzaro; con me, oltre a maschera e boccaglio, come sempre anche macchina fotografica e qualche obiettivo.

La giornata non è particolarmente interessante per fare foto, solo il passaggio alle 11:57 di un bellissimo yacht a più di 50 metri mi fa prendere la fotocamera dallo zaino. Scatto qualche foto al panfilo di lusso con lo MTO 500 f8 e, poco dopo, riposo tutto in borsa. Tutto calmo: mare, cielo, gabbiani; niente attira la mia attenzione e sicuro di non riuscire a fare delle belle foto neanche al tramonto. Lascio montato il piccolo 500 mm e vado a fare una pennichella.

yacht antonello checco

Si sta facendo sera, la siesta è finita e il sole è già basso. I riflessi aurei sull’ acqua mi allettano e penso di fare qualche scatto sfruttando il catadiottrico per tramutare tutti quei bei riflessi in brillanti ciambelline dorate.

bokeh ciambelle antonello checco

Il risultato non mi soddisfa molto e il sole continua a scendere, disturbato tra uno stormo di uccelli impazziti. Decido di fare un video. Provo spesso a farli, anche solo di pochi secondi così da pubblicarli su Instagram. Appoggio la fotocamera sulla sabbia, allineo l’orizzonte, metto a fuoco su infinito, setto gli ISO a 400 e i tempi a 1/160 s e… ciak si gira. Mentre la fotocamera registra, guardo in silenzio nello schermo e sorrido perché noto una barca che sta passando proprio sotto il sole, una barca che ad occhio nudo non noto, distratto da tutti quegli uccelli sconosciuti che volano e cantano. Poi penso ” che fortuna! sta venendo fuori proprio un bel video, e chi se lo aspettava!?”

sunset antonello checco

La barca esce fuori dall’ inquadratura… che peccato. Il sole continua a scendere sotto la linea dell’orizzonte; è strano… poco prima di unirsi al mare, il sole sembra sciogliersi come se davvero entrasse nell’acqua diluendosi in essa. Lo spettacolo è bellissimo. Ci vuole qualche minuto perché la nostra stella scompaia, lasciando il posto a quelle lontane; intanto mi guardo attorno per cercare di capire da dove arrivino tutti quei pennuti e mi accorgo che dietro di me è sorta la luna, sembra piena… wow. Rifletto, manca un giorno al plenilunio e voglio riprenderla nello stesso video questa sorpresa. Controllo lo schermo, il sole è quasi scomparso. Ho giusto un attimo per prendere una sedia richiudibile da utilizzare come treppiedi di fortuna e usarla per tenere la fotocamera inclinata e ferma, così da permettere una registrazione senza troppe vibrazioni. Ecco, il sole è scomparso rimane solo un cielo rosso su un mare buio e come sottofondo il rumore delle onde e il cinguettio di quella moltitudine di piume. Prendo la fotocamera e cerco di riprendere a mano libera il rudere della torre di avvistamento, vecchia forse di quasi mille anni, che si trova a Capo Suvero proprio dietro l’omonimo faro. Faccio questo breve passaggio perché il rudere è facilmente riconoscibile cosi da permettere a chi vede il filmato di capire dove è stato girato. Pochi attimi sulla torre e posiziono la fotocamera verso Est, dove avevo preparato la sedia. Inclino la seduta cercando la luna e la riprendo per qualche minuto… è bellissima.

moon antonello checco luna

Sono contento e meravigliato. Mi sento proprio fortunato perché, oltre ad assistere allo spettacolo della natura, ho trovato la giusta combinazione per riprendere i due astri con il difficoltoso catadiottrico. La mia giornata di mare in Calabria è stata bellissima e stimolante.
Non sono un professionista della fotografia o dei video, faccio elaboro contenuti solo per il piacere di condividerli e farli conoscere ad altri. Buona visione e grazie per il supporto 😉